Quando si deve partecipare ad una serata di gala, la prima domanda che sorge spontanea è: “come bisogna vestirsi?” E subito si va nel panico, pensando di dover indossare chissà quali abiti, tanto elaborati quanto impegnativi.

Ma niente paura! Scegliere il look più adatto per questo tipo di occasioni non è così impossibile come sembra; esiste un certo dress code a cui bisogna attenersi (molto spesso viene specificato nell’invito), tuttavia ci si può sentire a proprio agio, anche optando per un vestito elegante ma non troppo!

Passa il tempo ma i grandi classici non passano mai di moda. Scarica il nostro ebook e scopri I capi che hanno segnato la storia… e continuano a farlo!

Ecco qui di seguito qualche consiglio su cosa poter indossare ad una serata di gala, passando in rassegna sia alcune proposte di look più ricercate sia altre con abiti eleganti ma non troppo.

Abiti eleganti

Di solito per una serata di gala sono richiesti vestiti lunghi, a volte con strascico, con un orlo asimmetrico o con uno spacco profondo, meglio se in tinta unita. Ne esistono di diversi modelli e tagli, che devono essere valutati e scelti in base alle proprie caratteristiche fisiche. Ecco alcuni esempi:

  • il modello a sirena con scollo a cuore, in colori come il nero, l’oro e il rosso; si tratta di un tipo di abito molto elegante e seducente, ideale per chi vuole osare un po’ di più;
  • il modello stile impero con scollo a cuore, in colori come il nero o il grigio perla; rispetto al modello a sirena, è più facilmente portabile e adatto per tutte le fisicità, perché slancia la figura e scivola sui punti più critici come pancia e fianchi;
  • il modello principesco con gonna ampia, in colori come il blu notte; ideale per chi si sente più romantica.

Chi non ama particolarmente la tinta unita, invece, può optare per dei dettagli in pizzo e per delle trasparenze (ma non troppe) o meglio ancora, può tempestare il proprio vestito di paillettes o luccichii.

Per quanto riguarda gli accessori, le scarpe col tacco sono un must (nel dubbio, si scelgano delle classiche décolleté nere) e devono essere intonate con il colore dell’abito; si aggiunga una clutch gioiello oppure una pochette dalla forma morbida di una colorazione più chiara o più scura di quella delle scarpe. Non si abbondi nell’uso dei gioielli, che devono essere pochi ed essenziali: se si ha, ad esempio, una scollatura a cuore, è bene indossare un collier girocollo, senza appesantire il tutto con ulteriori bracciali o orecchini pendenti. Il trucco deve essere marcato ma non esagerato, del resto anche l’acconciatura, sobria ed elegante, come un raccolto morbido.

Abiti eleganti ma non troppo

Se il vestito lungo richiede troppo impegno e si preferisce un look meno ricercato e vistoso, ci sono delle valide alternative, lo stesso chic e molto glamour.

Sì quindi ai vestiti da cocktail, solitamente di lunghezza sopra il ginocchio, in colori tradizionali come il nero e il blu notte, meglio se indossati con bolerini o stole e impreziositi da gioielli ricercati e raffinati. Questo tipo di abito è adatto per tutte le fisicità e, nonostante sia più semplice e meno impegnativo di uno lungo, rende la figura lo stesso molto sofisticata.

Un’alternativa al modello da cocktail consiste in due pezzi, formati da una gonna lunga e un top, declinata in due varianti:

  • gonna lunga abbinata ad un top in pizzo, in colori come il nero, oppure sulle tonalità dell’oro e del blu;
  • gonna lunga plissettata, leggermente svasata, con top, in nero o argento.

Infine, un’altra proposta molto chic è una jumpsuit total black, magari con scollatura a V sulla schiena, o con inserti in pizzo, abbinata ad accessori in argento e sandali in camoscio di color prugna.

Come abbiamo visto, capire come vestirsi per una serata di gala non è così complicato come sembra; si possono scegliere tra abiti eleganti e ricercati e abiti meno impegnativi da un punto di vista del taglio. L’importante è sentirsi sempre a proprio agio con quello che si sta indossando e godersi la serata!