L’abito in pizzo è un capo di vestiario che negli ultimi anni è tornato molto di moda, complice anche il fatto di vederlo spesso sfoggiare dai vip e dalle star sui red carpet di tutto il mondo. Si tratta di un vestito molto versatile, anche se bisogna prestare la giusta attenzione a scegliere quello giusto per ogni contesto.

Ad esempio, se l’obiettivo è trascorrere un pomeriggio con le amiche, magari per un tè o una passeggiata in centro, un abito corto di un colore pastello, abbinato a un paio di comode ballerine e a un cardigan sobrio, è l’outfit ideale per l’occasione. Se, invece, ci si deve recare a un colloquio di lavoro, bastano un blazer elegante e un paio di scarpe col tacco per valorizzare un capo speciale come questo.

Vuoi essere impeccabile in ogni occasione? Scarica la nostra guida gratuita per evitare le grandi cadute di stile!

Non bisogna dimenticare, infine, le soirée eleganti, occasioni in cui il pizzo offre il meglio di sé. In versione lunga o corta, accompagnato da scarpe dal tacco importante, un abito in pizzo rappresenta l’outfit perfetto per stupire senza trascurare l’eleganza.

E prima di scoprire nel dettaglio le diverse occasioni d’uso di questo straordinario capo di vestiario, vogliamo svelarvi un segreto: un giubbotto jeans o una giacca in montone in stile ’70, con un paio di stivali o di anfibi, sono in grado di rivoluzionare il concetto stesso di pizzo, trasformandolo da tessuto da indossare esclusivamente nelle occasioni eleganti a materiale capace di conferire un look sbarazzino e irriverente. Provare per credere!

1) Casual chic per la gita in città

Come abbiamo accennato, il pizzo è estremamente versatile e adatto tanto per il giorno quanto per la sera. Per una gita in una città d’arte, ad esempio, un abito in pizzo colorato è assolutamente perfetto. Le tonalità più di tendenza sono il rosa, il verde e il giallo, in accompagnamento ad accessori sobri e, preferibilmente, in tonalità neutre, che sapranno bilanciare la vivacità del vestito. Un esempio? Se indossate un abito giallo optate per una collana verde brillante: creerete un piacevole contrasto che unisce semplicità, comfort ed eleganza.

2) Un look aggressive per il night party

Il pizzo da sempre è considerato come un tessuto molto adatto a situazioni eleganti e bon ton, eppure – se sfoggiato con i giusti abbinamenti – può diventare il migliore amico di uno stile più rock e graffiante. Per una serata in un club, il nero è certamente una scelta vincente per poi giocare con tessuti, texture e finish: perché, per esempio, non osare con un abito in pelle con inserti in pizzo? Il risultato è un look “vedo non vedo” molto sexy e deciso che si può abbinare con un sandalo in pelle – rigorosamente con tacco a spillo – oppure con tronchetti e ankle boots. Decisamente uno stile che non passa inosservato.

3) Serata elegante

È il contesto naturale dell’abito in pizzo. Corto, midì o lungo, il pizzo è il tessuto ideale da sfoggiare in occasione di una serata importante. Il nero è il colore più in voga, anche se il rosso, in tutte le sue tonalità, incluso il bordeaux o il rubino, è sempre più diffuso anche nei contesti più raffinati. Per non creare un look troppo drammatico potreste optare per un abito bianco o color crema. E se il timore è quello di sembrare spose o debuttanti niente paura: con gli accessori giusti, riuscirete a spezzare la candida monocromia, offrendo stile e personalità al vostro look. Per dare il tocco finale a un outfit elegante con protagonista il pizzo, un sandalo gioiello o un paio di decolté, accompagnate da una clutch rigida e da orecchini pendenti.

4) Cocktail party

Siamo sempre in un contesto elegante, anche se non si tratta di un dopocena bensì di un pre-dinner. In questo frangente, è consigliabile optare per un abito corto ma prediligendo i colori da indossare tipicamente la sera, come nero, blu scuro, verde bottiglia o rosso. Anche in questo caso, una borsa a mano e qualche accessorio chic saranno i dettagli perfetti per completare il look più adatto all’occasione.

5) La trasformazione: da ufficio a serata

Complici anche le grandi catene di abbigliamento, che lo propongono in diverse versioni, oggi l’abito in pizzo è diventato anche “pop” e quindi non più legato soltanto alle occasioni importanti. Per questo il pizzo oggi si può indossare per andare la mattina in ufficio e, una volta terminata la giornata lavorativa, andare direttamente al cinema con il fidanzato o a prendere una birra con le amiche.

Adattare il look alla serata è davvero semplice: bastano un paio di stivali e un’ecopelliccia, ad esempio, per far rivivere un look tipicamente ’70; oppure una giacca di pelle e un paio di stivaletti borchiati per un outfit di ispirazione rock. L’importante, come sempre, è saper fare gli abbinamenti giusti!

Se vuoi proprio essere sicura di evitare errori che potrebbero risultare fatali, clicca qui sotto e scarica la nostra guida gratuita Le cadute di stile da evitare nelle grandi occasioni!